Porta a porta

Presentato Il rapporto Comuni Ricicloni Puglia 2017

Finalmente il Comune di Molfetta rispetta la legge in materia di raccolta differenziata. Questo quanto riportato nel dossier “Comuni Ricicloni Puglia 2017” che Legambiente ha appena presentato a Bari.

Porta a porta

Legambiente si schiera a favore del prosieguo della raccolta dei rifiuti porta a porta. “Irresponsabile chi trasforma le psicosi collettive in un’arma elettorale”.


La raccolta porta a porta deve continuare. Meglio e più di quanto non si sia fatto finora. Il circolo Legambiente si oppone all’irresponsabile tendenza, diffusasi anche con l’avallo di certi ambienti politici, a demonizzare un sistema di raccolta rifiuti (il cosiddetto ‘porta a porta’) che, pure, in altre città della Puglia (e non solo), ha consentito, a regime, di contenere l’incremento dei costi economici e ambientali del conferimento dei rifiuti in discarica.

Molfetta, 23 settembre 2014

Il 28 settembre la campagna di Legambiente a Molfetta.
Appuntamento in viale della Libertà 75 (nuova 167), ore 9.30.
Legambiente: ‘Diamoci da fare, a partire dalle lame’.


 Nel 1993 Ian Kiernan e Kim McKay proponevano di trasformare Clean-up Australia in una campagna internazionale contro il degrado e per la cura di tutti i territori del mondo. Da allora, milioni di volontari di 120 Paesi, in occasione di Clean-up the World, ripuliscono parchi, spiagge, sponde fluviali, boschi: ambienti comuni che, per incuria dei più, sono vittime di sporcizia e abbandono. L’operazione è concreta (i volontari si dotano di ramazze e si danno da fare), ma anche simbolica: un impegno per il futuro o almeno per il nuovo anno, dopo le vacanze. In Italia, l’iniziativa prende il nome di Puliamo il mondo ed è coordinata, a livello nazionale, da Legambiente.

Emergenza rifiuti (di domenica e non solo)

Legambiente: ‘L’unico rimedio è differenziare di più’. Aspettando la raccolta porta-a-porta.

Differenziare, per forza. La massimizzazione della raccolta differenziata è ormai diventata una necessità.

Dopo la chiusura della discarica di Trani, l’Amministrazione comunale di Molfetta, di concerto con l’Asm, ha correttamente disposto una serie di provvedimenti volti a gestire la fase di emergenza (da ultimo, il divieto di conferire rifiuti indifferenziati nei cassonetti di domenica e nei giorni festivi). I nostri rifiuti, infatti, migreranno da Trani verso altre discariche regionali (per rifiuti speciali), dove, peraltro, i costi di smaltimento sono di gran lunga superiori a quelli versati, finora, alla discarica tranese. Tali impianti, inoltre, non saranno in funzione di domenica: di qui l’iniziativa assunta dalla nostra Amministrazione. E, questo, nell’attesa di attivare la raccolta porta-a-porta, il cui avvio è oggi, a maggior ragione, improcrastinabile.